Glossario dei tappeti orientali

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

CAMPO — Termine con il quale si indica la parte centrale del tappeto, delimitata da una o più bordure.

CANE CHE CORRE — Decoro uncinato molto utilizzato nelle bordure dei tappeti caucasici. Il dinamismo delle sue forme è accentuato dalla vivacissima colorazione.

CANTONALI — Decorazioni angolari del campo dei tappeti. Negli impianti a medaglione i cantonali sono abitualmente pari a un quarto del rosone centrale.

CARTIGLIO — Cornice posta nella parte alta del tappeto, nella quale compaiono la firma del maestro e/o la data di realizzazione. Può anche contenere versi.

CARTONE — Schema su carta millimetrata utilizzato per realizzare la decorazione dei tappeti. A ogni quadratino corrisponde un nodo.

CHANTEH — Termine persiano per le sacche in kilim usate dai nomadi per contenere vari tipi di oggetti.

CHEMCHE GUL — Significa "gul a cucchiaio" e presso i Tekè corrisponde a piccoli decori cruciformi.

CHINTAMANI — Particolare decorazione diffusa in Anatolia, con tre piccoli cerchi o punti che sormontano una breve linea ondulata.

CHUVAL — Ampia borsa da sella utilizzata dai nomadi. È detta anche joval.

COLONNA, TAPPETO DA — Particolare tappeto di forma lunga e stretta utilizzato nei monasteri tibetani per ornare le colonne dei templi.

CUFICO — Carattere dell'antica scrittura araba molto diffuso come disegno decorativo nelle bordure dei tappeti anatolici e caucasici.