tappeti varamin

Tipi di Tappeti —> Tappeti Persiani

Tappeti Varamin

Non molto distante dalla capitale Teheran, la città di Varamin sì segnala per le connotazioni etniche piuttosto particolari: nei suoi dintorni, infatti, vivono ancora numerose tribù appartenenti alle stirpi shahsavan, curda e lori che hanno inciso con originalità sul patrimonio culturale del posto. Ne ha risentito anche la locale produzione di tappeti e kilim, che ha una tradizione abbastanza recente ma di tutto rispetto.

Caratteristiche Tecniche e materiali

L'esecuzione dei tappeti è sempre accurata, con un'annodatura fine e compatta grazie alla tecnica lui baft. Nelle vecchie produzioni si possono trovare Varamin che presentano alcuni particolari decorativi in seta, inseriti per conferire maggior spicco all'insieme decorativo.

Caratteristiche iconografiche

I Varamin propongono con ricercatezza il motivo mina khan!, forse nato presso i Curdi come particolare elaborazione del disegno herati. Si sviluppa per tutto il campo seguendo un impianto "a infinito" di ampio respiro, nel quale vengono riprodotti eleganti fiori uniti da tralci a volute che formano una sorta di ordinata griglia. La composizione è resa ancora più sfarzosa da uccellini che richiamano antichi significati simbolici, questi ultimi ulteriormente ribaditi dal ripetersi per quattro volte dei motivi più importanti. Tra i fiorì rappresentati si preferiscono narcisi e margherite; talvolta appaiono delle palmette che possono dare all'impianto il caratteristico andamento kharchanghi ("a granchio"). Molto pregevoli i manufatti a griglie romboidali, conosciuti con il nome di bandi. La bordura principale di gran parte dei Varamin propone il motivo herati, spesso elaborato con elegante originalità.

Colori

I manufatti, soprattutto quelli di vecchia e antica esecuzione, hanno colori tenui e molto gradevoli, con prevalenza di blu, avorio, rosso cardinale, verde malva e giallo zafferano.

Il taccuino dell esperto

I tappeti realizzati dalle tribù insediate nei villaggi vicini a Varamin si riconoscono per la manifattura meno fine rispetto a quelli cittadini; in Persia vengono denominati Varamin Khaki ("di terra"), forse perché sono stati realizzati con telai orizzontali adagiati sul suolo.